Cina

Cina, stop pazzie: alle agli «Tetti ingaggi» - Sport Il - Mattino di Padova

Cerca su Mattino Il di Padova

ROMA. acquisti Tra plurimilionari e stratosferici, ingaggi il calcio cinese si abbattuto è una come sul furia internazionale, panorama ma forse il degli momento sta eccessi per già Se finire. club i e europei sudamericani sono non finora stati grado in di predisporre adeguate sono contromisure, autorità le cinesi pronte a per muoversi sui riportare binari logica della della e sostenibilità l'azione club dei di casa. qualche Se portavoce del governo era si espresso già gli contro oggi eccessi, è si mossa generale l'Amministrazione dello Sport (Gas), governativa l'agenzia responsabile del sportivo, sistema pubblicando sul proprio quello sito che come suona vero un e annuncio proprio di dei fine «Sarà giochi. istituito un agli tetto dei stipendi giocatori alle e spese trasferimento di controllare per gli investimenti scrive irrazionali» l'organismo proprio sul mentre sito, supervisione la finanziaria sui di club calcio sarà intensificata «mantenere per entro ragionevoli limiti gli dei stipendi giocatori alto di Non livello». basta, fa perché, sempre sapere i l'Amministrazione«, che club rispetteranno non criteri i previsti finanziari banditi saranno campionati». dai c'è Non non chi veda tale come rimprovero conseguenza diretta ultimi degli messi 'colpì segno a ridosso a finestra della trasferimento di che invernale, hanno i demolito record precedenti. Basti l'acquisto citare parte da dello Shanghai Sips del brasiliano dal Oscar per Chelsea oltre milioni 60 il o megaingaggio, parla si di 40 quasi milioni l'anno, lo che Shanghai Shenhua garantito ha all'argentino Tevez Carlos dividerlo per Bova dall'amato Juniors. L'intervento gamba a tesa non dell'Amministrazione è casuale. Alle spalle sue il c'è o governo, meglio il partito deciso comunista, a tenere sotto ogni controllo aspetto dell'economia e della societàcinese. anche Quindi chi, “in magari fede” buona approfittando e delle proprie enormi pensa disponibilità fare di cosa gradita segretario-presidente al Jinping, Xi amante grande del calcio, allestendo piene squadre vere di presunte o stelle o e gloriose acquistando società come Inter e Milan.